Cerca
Close this search box.

Venezia 81: annunciati i membri della Giuria presieduta da Isabelle Huppert

Sono stati ufficialmente annunciati i membri della Giuria dell’81esima edizione del Festival di Venezia: da Giuseppe Tornatore ad Agnieszka Holland, quali sono?
Venezia 81: annunciati i membri della Giuria presieduta da Isabelle Huppert

Manca sempre meno all’inizio dell’81esima edizione del Festival del Cinema di Venezia e, dopo aver indicato quale sarà il film di apertura della manifestazione cinematografica, si scoprono anche i nomi dei membri della Giuria che sarà presieduta da Isabelle Huppert. I volti scelti sono sicuramente piuttosto particolari e lasciano spazio ad interpretazioni, circa la tipologia di apporto che avranno in merito ai film in Concorso. Ma quali sono i membri della Giuria di Venezia 81?

I nomi dei membri della Giuria di Venezia 81

Sono stati ufficialmente assegnati i nove membri della Giuria dell’81esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, che si impegneranno nell’assegnare il Leone d’Oro al miglior film e tutti gli altri premi per i titoli presentati in Concorso. Presieduta da Isabelle Huppert, la Giuria vedrà impegnati i seguenti: James Gray, Andrew Haigh, Agnieszka Holland, Kleber Mendonça Fiho, Abderrahmane Sissako, Giuseppe Tornatore, Julia Von Heinz e Zhang Ziyi.

Chi sono i membri della Giuria del Festival di Venezia 2024?

A questo punto, vale la pena offrire un focus ulteriore circa chi sono i membri della Giuria del Festival di Venezia 2024, che vede sicuramente alcuni nomi piuttosto riconoscibili, affiancati ad altri sicuramente da scoprire ma, allo stesso tempo, fondamentali per la portata che il Festival vuole ottenere. Si parte da James Gray, produttore, regista e sceneggiatore statunitense che ha diretto, tra gli altri, C’era una volta a New York, I padroni della notte, Ad Astra e il recente Armageddon Time; Andrew Haigh è noto per essere il regista di un film di cui si è parlato particolarmente negli ultimi mesi, Estranei con Paul Mescal e Andrew Scott, mentre la Holland viene dal successo ottenuto a Venezia 2023, con il suo film Il confine verde che è stato premiato per l’importante trattazione del limite istituito tra Polonia e Bielorussia.

Kleber Mendonça Fiho è un regista, produttore, montatore, sceneggiatore e critico brasiliano, che ha diretto tre film – Il suono intorno, Aquarius e Bacurau – e diretto il documentario Critico nel 2008. Quella di Abderrahmane Sissako, invece, è sicuramente una scelta molto interessante: il regista mauritano, a cui si devono film come Aspettando la felicità, Bamako e Timbuktu, ha diretto Black Tea del 2024, presentato in anteprima al Festival di Berlino e in Concorso per l’Orso d’Oro. Non c’è bisogno di spendere parole di presentazione a proposito di Giuseppe Tornatore mentre, a proposito di Julia Von Heinz, trattasi di una regista e sceneggiatrice tedesca, che ha diretto E domani il mondo interno e Isolation del 2021, con la co-regia di Michele Placido, Jaco von Dormael e altri registi. Infine, Zhang Ziyi è un’attrice cinese, che ha vinto un Nastro d’Argento ed è stata candidata a un Golden Globe, un SAG e tre BAFTA: tra le altre interpretazioni, quelle in 2046 e The Grandmaster di Wong Kar-wai e la più recente in Godzilla II – King of the Monsters di Michael Dougherty.