Cerca
Close this search box.

Recensione – John Wick: il primo film della saga con Keanu Reeves

Primo fortunato capitolo di un’iniziale trilogia (che a breve si aggiornerà con un quarto capitolo), John Wick è un concentrato di adrenalina sanguinaria in un cocktail esplosivo ed emozionante. Di seguito, viene offerta la trama e la recensione di John Wick con Keanu Reeves nei panni del protagonista. 

La trama di John Wick

John Wick (Keanu Reeves) è un ex killer professionista che da circa cinque anni si è ritirato per vivere in tranquillità con la moglie Helen.  Rimasto vedovo, John riceve come regalo postumo dalla sua sposa un cucciolo di beagle, un dono della donna per ricordare al marito come si possa continuare ad amare qualcuno nonostante un grave lutto. Tempo dopo, John (con il suo nuovo inseparabile amico) incontra un trio di mafiosi russi in una stazione di benzina, il leader Iosef (Alfie Allen) insiste nel voler comprare l’auto di Wick, una fiammante Ford Mustang del 69. 

 

Dopo aver ricevuto un sonoro rifiuto, i  tre balordi irrompono in piena notte a casa di John massacrandolo di botte, rubandogli la macchina e, cosa più grave, uccidendo il cucciolo.  Quello che Iosef e i suoi compari non sanno è che John Wick, nell’ambiente, è riconosciuto come l’assassino più spietato ed efferato di sempre: per un misero capriccio hanno risvegliato una bestia dormiente, una macchina metodica che non ha nessun altro obbiettivo se non quello di uccidere.  “Baba Yaga: quello che mandavi ad uccidere il fottuto Uomo Nero”

La recensione di John Wick, il primo film della saga con Keanu Reeves

Keanu Reeves nella sua lunga e variegata carriera ha affrontato il genere action più e più volte, uscendone sempre vincitore a testa alta. Da  Point Break – Punto di Rottura (1991), a Speed (1994) fino alla quadrilogia di Matrix (l’ultimo uscito nel 2021), l’attore di origini libanesi è sempre riuscito a destreggiarsi nel genere senza nessun problema di sorta.  L’atletismo e la dedizione al lavoro dell’attore è cosa nota agli addetti ai lavori di Hollywood e l’esordiente Chad Stahelski lo sa bene, lui che fu la controfigura di Reeves nei primi tre Matrix diretti dalle sorelle Wachowski. Stahelski dirige questo primo capitolo della quadrilogia di John Wick in maniera ineccepibile da esperto del genere, seppur in un altro ambito.

 

Il ritmo dell’azione è quello giusto e l’ex stuntman riesce a gestire i tempi dell’azione in maniera fluida e mai frettolosa, aiutato da un montaggio semplice ma funzionale per l’economia della pellicola.  Ogni singola inquadratura è calcolata al millimetro per far godere lo spettatore della magnifica mattanza che John compie nel film, ogni colpo sparato viene focalizzato al punto giusto, ogni singola coltellata o colpo di kung-fu viene centrato a dovere senza abusi di rallenty e senza quella cadenza epilettica fin troppo sfruttata nel cinema d’azione americano degli ultimi anni.

 

Una vera e propria danza della morte su schermo, elegante come una ballerina di danza classica, brutale come un lottatore di MMA: John Wick si impone sullo spettatore come un maglio e non lascia respiro, risultando un degno successore spirituale dell’action di Hong Kong e figlio del machismo yankee e muscolare anni 80. Se la messa in scena viene risaltata dall’esperienza nel cinema di genere di Stahelski e Reeves, la sceneggiatura non è da meno.  Sebbene il pretesto narrativo per la vendetta dell’ex sicario sia un po’ banale e a tratti ricattatorio verso lo spettatore, tutto l’universo che ruota intorno a John non lo è. La lore che pervade l’atmosfera di John Wick è fumettosamente realistica: il sottobosco dell’hotel Continental dove il protagonista va a rifugiarsi per la sua vendetta, di fatto, è una sorta di covo segreto con tanto di moneta propria, un mondo a se stante dove girano gli assassini più spietati del pianeta con un rigido codice morale e delle regole ferree da seguire: un’ambientazione che aggiunge un fascino quasi mistico alla pellicola, efficiente nella scrittura ed elegante nella realizzazione.

Dove vedere John Wick in streaming

Un ritorno ai fasti del cinema d’azione in pieno stile John McTiernan e Walter Hill: sangue che scorre a fiumi, morti ammazzati nelle maniere più disparate, sparatorie, inseguimenti e soprattutto tanto intrattenimento.  Uscito nel 2014 e con un budget di 20 milioni di dollari, il film incasserà a fine corsa quasi 90 milioni diventando un successo commerciale ricevendo anche il plauso della critica. Il cast del film, oltre al buon Reeves, viene arricchito dal peso massimo della Settima Arte Willem Dafoe: l’ex Green Goblin affianca anche ottimi caratteristi del calibro di Ian McShane, John Leguizamo e Lance Reddick.

John Wick è attualmente disponibile su Netflix.

Voto:
4.5/5
Andrea Barone
3.5/5
Christian D'Avanzo
3.5/5
Gabriele Maccauro
3.5/5
Bruno Santini
3.5/5
Alessio Minorenti
3.5/5
Data di rilascio:
Regia:
Cast:
Generi:

PRO